^

Salerno Notizie l'informazione di Salerno e provincia online, rassegna stampa quotidiani, ultima ora cronaca

19 luglio 2018 - 07:45:58

Salerno: due arresti per rapina e truffa


Salerno: fermo di indiziato di delitto per rapina aggravata in concorso
Il 29 marzo 2018, i Carabinieri della Compagnia di Salerno sottoponevano a fermo di indiziato di delitto, per il reato di rapina aggravata in concorso e lesioni personali, H.A.A. cl. 1999, pregiudicato egiziano senza fissa dimora.
Il predetto, lo scorso 27 marzo, in questa piazza della Concordia, armato di coltello, unitamente a tre complici in corso di identificazione, dietro minaccia dell’arma aveva costretto un 25enne e una 29 della provincia di Avellino a consegnargli una borsa, contenente due telefoni cellulari e denaro. Nel corso dell’azione delittuosa la donna, datasi alla fuga unitamente al ragazzo e inseguita dai malviventi, a causa di una caduta aveva riportato lesioni giudicate guaribili in sette giorni dai sanitari del locale ospedale.
I Carabinieri, nel pomeriggio di ieri, in questo Corso Garibaldi, dopo aver bloccato durante un predisposto servizio perlustrativo lo straniero, corrispondente alla descrizione fornita in sede di denuncia, procedevano alla acquisizione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza del luogo del reato e alla individuazione di persona da parte delle vittime, raccogliendo inconfutabili elementi di colpevolezza a suo carico. Il fermato veniva poi tradotto presso la locale Casa Circondariale.

Salerno: ordinanza di custodia cautelare per truffa gravata in concorso in danno di anziana 
Il 29 marzo 2018, i Carabinieri della Compagnia di Salerno eseguivano un’ordinanza di custodia cautelare, emessa per i reati di truffa aggravata in concorso dal G.I.P. presso il Tribunale di Salerno su conforme richiesta della locale Procura della Repubblica, a carico di M.G. cl.1973, pregiudicato residente a Napoli, già ristretto presso la locale casa circondariale per analogo reato.
Il predetto, il 29 dicembre 2017, in questa via D. Vietri, dopo essersi presentato presso l’abitazione
di una pensionata 86enne, si era fatto consegnare 8.000 euro in contanti, gioielli e orologi, dall’anziana donna, precedentemente contattata telefonicamente da due complici, in corso di identificazione, che si erano qualificati rispettivamente come avvocato e come poliziotto e che le avevano riferito che solo elargendo il denaro e i preziosi ad un loro incaricato avrebbe potuto evitare l’arresto di un suo nipote, asseritamente ristretto presso la locale Questura per aver causato un sinistro stradale nel quale era deceduto un uomo.
Le investigazioni compiute, grazie alla visione delle immagini di tutti i sistemi di videosorveglianza pubblici e privati estrapolati, alla attenta escussione a sommarie informazioni della vittima e all’analisi dei tabulati telefonici, avevano consentito di raccogliere inconfutabili elementi di colpevolezza a carico dell’arrestato.


30/03/2018 - Categoria: Provincia
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Pinterest Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram
RUBRICHE
Le previsioni del Cavaliere Antonio Guariglia
Segui Bar Sport
La Parola del Signore a cura di Don Sabatino
Il piatto è servito
Medicina online
I Love Italy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni | Chiudi