^

Salerno Notizie l'informazione di Salerno e provincia online, rassegna stampa quotidiani, ultima ora cronaca

12 dicembre 2018 - 01:58:17

Aidsday, Raia (Pd): “Scarsa consapevolezza e poca informazione sulla malattia. Torniamo a parlare di AIDS”


Aidsday, Raia (Pd): “Scarsa consapevolezza e poca informazione sulla malattia. Torniamo a parlare di AIDS”
Con l’associazione V.O.L.A per la Giornata mondiale contro l’AIDS

“Sorridi al sesso sicuro” è il titolo della campagna di sensibilizzazione dei giovani promossa dall’associazione V.O.L.A. Volontari Ospedalieri Lotta all’Aids. La Regione Campania, con l’assessore all’Istruzione Lucia Fortini e la consigliera regionale del Partito Democratico Loredana Raia, per la giornata Mondiale contro l’Aids, ha sostenuto l’iniziativa incontrando centinaia di giovani di diverse scuole dell’area metropolitana di Napoli, che si sono dati appuntamento all’Isis ‘Archimede’ di Ponticelli. Al dibattito hanno partecipato esperti della materia e come testimonial dell’evento sono stati scelti Alessandro Bolide, Lino d’Angio’ e Gigio Rosa di Radio Marte che ha distribuito preservativi a tutti i partecipanti per raccomandare la prevenzione.

“L’infezione è in aumento a causa della scarsa informazione sul tema. I giovani non hanno consapevolezza della malattia né delle modalità di trasmissione. È necessario ritornare a campagne di informazione mirate ed incisive com’è stata quella nazionale di Lupo Alberto tra gli anni’ 80 e ‘90, quando ero adolescente”.

Ha così sottolineato la consigliera regionale, componente della commissione Sanità, Loredana Raia da sempre vicina all’Associazione V.O.L.A a sostegno delle loro iniziative sul tema.

“Ogni anni in Italia si registrano circa 3500 nuovi casi di HIV e 700 di Aids. Queste cifre ci spingono ad incentivare le campagna di sensibilizzazione sul tema e a invogliare i ragazzi, che hanno avuto rapporti sessuali non protetti, a sottoporsi al test perché è importante bloccare l’infezione prima che si sviluppi la malattia. Oltre che in ospedali, il test si può fare in molte strutture alternative, in associazioni o sui camper mobili, luoghi che spesso offrono assistenza sul territorio. Il test è anonimo e gratuito – ha ricordato ai ragazzi – e va fatto per proteggere se stessi ed il proprio partner. Prima si scopre l’infezione maggiore sarà l’efficacia della cura e la possibilità di condurre una vita accettabile”.


01/12/2018 - Categoria: evidenza, Politica
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Pinterest Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram
RUBRICHE
Le previsioni del Cavaliere Antonio Guariglia
Segui Bar Sport
La Parola del Signore a cura di Don Sabatino
Il piatto è servito
Medicina online
I Love Italy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni | Chiudi